Previous Entry Share Next Entry
Cos'è successo al cinema italiano?
vivid_magenta
Era un'industria fiorente che ha dato molto, moltissimo alla scena artistica anche internazionale. In questo documentario Valerio Jalongo parte crisi produttiva degli anni Settanta per arrivare ad analizzare ai fenomeni che hanno cancellato il nostro cinema dalla scena internazionale e allontanato gli spettatori. 
La legge Corona mise un freno alle co-produzioni internazionali (i sussidi vengono riservati solo ai film con il 100% di produzione italiana, mentre in precedenza bastava il 50%) decretando la fine del cinema italiano con la fuga di De Laurentiis, Ponti e Grimaldi negli Stati Uniti.
Fellini lottò contro gli spot pubblicitari che distruggevano l'integrità delle opere. Il regista di Amarcord fece perfino causa a Berlusconi con l'obiettivo di eliminare le interruzioni pubblicitarie, perché aveva capito che dietro l'apparente questione economica c'erano le TV commerciali e la nuova, berlusconiana visione degli intellettuali e gli artisti. Strapotere di TV commerciali e cinema americano che, come dice Ken Loach, fa hamburger per la mente.  Dino De Laurentiis, nel film, sostiene che ci fu un disegno per distruggere il nostro cinema a favore dell'industria americana dell'intrattenimento:  accusa esplicitamente gli USA di corruzione. Aggiungiamo che i finanziamenti al FUS (Fondo unico per lo spettacolo) sono stati drasticamente ridotti.
Oggi si è arrivati alla fine delle monosale e alla crescita delle tv, i cui studi di registrazione hanno fisicamente occupato gli spazi del cinema. Il Teatro 5 che fu di Fellini ospita  Amici di Maria De Filippi con il suo pubblico di ragazzette ignoranti .
I registi italiani faticano a trovare spazio per il loro lavoro, e i multiplex che sottostanno a regole penalizzanti hanno cambiato il modo di fruizione. La visione dei titoli nazionali è ostacolata, e non ci sono più quelle sale dove il pubblico poteva vederli.
Filmati d'archivio, spezzoni di grandi capolavori, interviste (compresa quella alle ragazze che ignorano chi sia Federico Fellini), raccontano lo stato dell'arte della nostra cinematografia.

Di ME COSA NE SAI, di Valerio Jalongo – Italia, 2009.

?

Log in